La musica come potente mezzo per la crescita ed il cambiamento.
Per ascoltare, essere ascoltati ed ascoltarsi.
Al centro il bambino, nella sua unicità.

Ogni passo nello sviluppo di un bambino è una conquista verso l’autonomia e l’indipendenza. Di fronte al manifestarsi di difficoltà di vario genere (psicomotorie, relazionali, nel linguaggio, nell’attenzione, nella scrittura, nei calcoli), la MUSICOTERAPIA umanistica garantisce un valido ed insostituibile supporto per la crescita personale e per il cambiamento.

In un clima di totale accoglimento, il bambino viene posto sopra la cassa armonica del pianoforte a coda, divenendo lui stesso una partitura vivente.

Ogni suo gesto diventa musica attraverso l’improvvisazione clinica, che crea un ponte di comunicazione unico, più diretto ed immediato della parola.

Le onde sonore avvolgono il bambino, lo raggiungono ovunque in quella che si definisce risonanza corporea. Lo stimolano, lo spingono ad agire, oppure lo possono contenere o calmare.

La musica è nelle parole, fatte di suoni. La musica è nel movimento ritmico del corpo umano. Con la musicoterapia si aprono le porte dell’ascolto, del linguaggio, del ragionamento logico-matematico.

La musica ha il grande potere di arrivare dritta alle emozioni più profonde. Quando è utilizzata nel modo appropriato, quando è costruita su misura per la persona e non è predefinita o preconfezionata, può rompere barriere che mai si sarebbe pensato possibile distruggere.